martedì 7 febbraio 2017

[Letture]: Dungeon Food

Un momento mistico all'interno delle mie giornate è scandito dalla ricezione di notifiche da parte della fumetteria di fiducia: arma a doppio taglio attraverso cui scopro nuove uscite di cui non ho veramente bisogno ma anche sì.

Credo sia la stessa sensazione generata dai punti vendita Tiger. 
Finché non ne incontri uno sul tuo cammino senti di non aver bisogno di nulla ma non appena si palesa davanti ai tuoi occhi, ecco che riformuli qualunque scala di priorità...tornando a casa con cucce per gatti che non hai, evidenziatori da sommare ai trecento di "scorta" e arachidi caramellate anche se sei allergico da far schifo. 
Excursus consumistico anti-risparmio per dirvi che ho scoperto un nuovo manga, proprio io che ho lasciato in sospeso (come primo ed ultimo) Black Butler. 

Non sono una grande appassionata del genere e mi faccio facilmente intimorire da illustrazioni troppo "spigolose e crude" condite da valangate di nero da poter ricostruire il concetto di Nigredo. 
Questa volta, però, copertina e concept hanno giocato sporco per abbindolarmi.