giovedì 4 maggio 2017

[Letture]: Freezer

Temo che la parte più complicata di ogni singolo post sia proprio l'introduzione, soprattutto dopo settimane di assenza.
Che fai, non ti giustifichi?! Non inventi una frase di rito (già inventata da altri) per far capire che sarai tra i vivi per un nuovo lasso di tempo?!
Via il dente, via il dolore.

Negli ultimi giorni ho terminato Freezer, graphic novel di Veronica Carratello edito da Bao Publishing e, diversamente dalle fast-review pubblicate sulla pagina facebook, mi sono accorta di avere qualcosa in più da dire nonchè una sorta di indomabile voglia di raccontare.

Tutto è iniziato con una svalutazione del potenziale di questo romanzo a fumetti (mea culpa).
Nonostante il forte richiamo subito dal font e dai colori in copertina mi sapeva di "già visto" e di "troppo adolescenziale".
Sensazioni lasciate a morire in un angolo buio e desolato a favore di un posto d'onore tra le mie ultime letture.

Freezer è uno spaccato di quotidianità di una famiglia inusuale, a tratti tragicomica, avente il potere di racchiudere difficoltà e paure in una cornice stranamente positiva.
Il nucleo esteso dei Robinson include un padre attore in erba, dedito a pubblicizzare la carta igienica, una madre in stampo Marge Simpson, due pargoli (Mina ed Elvis), una nonna in silenzio da anni, uno zio catisofobico e un gatto dalle manie suicida di nome Kafka. *Riprendere fiato qui*
In equilibrio tra richiami anni 50 e road movie moderni, si sviluppano vicende capaci di rievocare la famiglia Hoover di Little Miss Sunshine senza guastarne la memoria.

In particolare, seguiamo da vicino il processo di crescita di Mina, ragazzina apparentemente solitaria destinata ad essere bersagliata dalle coetanee più In.
Nella fase di transito tra l'infanzia e l'adolescenza, si troverà ad affrontare quel fatidico momento in cui essere promossa al rango di "Signorina" dopo una sanguinolenta prova d'onore in formato slip macchiati. 
Quando arriverà? Come? Farà male? Perché tutti esultano alla sola idea e io mi sento così persa e angosciata? 
Con naturalezza, assorbenti con le ali acquisiranno il ruolo di creature notturne in immaginari fantasiosi e onirici, rendendo ancora più difficile l'accettazione. 

Dopotutto, Mina è una sfigata. 
Una di quelle che "Mia mamma non vuole", così attente a (s)fuggire alla realtà da crearsi una corazza difensiva solo all'apparenza inattaccabile.
Eppure, proprio grazie alla natura da "esclusa", riesce a veicolare il messaggio di questo fumetto in maniera forte e chiara facendosi portavoce di un problema difficile da esternare ma tanto sentito.

A sconvolgere definitivamente il suo mondo interiore e indurre il distacco tra passato e (inevitabile) futuro sarà un lutto inatteso -persino "On the road". 
Una perdita non solo di affetto ma anche, e soprattutto, di stabilità -alla quale i genitori di Mina cercheranno di ancorarsi in modo inusuale e un tantino illegale, destando il sospetto dell'onnipresente vicino. 

Nonostante il carico emotivo dei temi trattati, a Freezer non manca leggerezza.
Le parentesi comiche sono disseminate dall'inizio alla fine tramite vicinato rompiscatole, storie d'amore destinate a fallire e sempre nuove trovate di Kafka (di cui è impossibile non innamorarsi). 
C'è tanta modernità nei riferimenti come tanto vintage nello stile, altro motivo per cui è veramente difficile non sentirsi coinvolti. 
Ogni singola sottotrama viene portata a termine senza lasciare nulla al caso e i colpi di scena fanno l'originalità dell'intero costrutto. 



Il finale e la semplicità con cui viene raccontata la maturazione rappresentano l'elemento per cui consiglierei di sguinzagliare questo titolo al momento giusto, così da renderlo appoggio e punto di forza per altre Mina perse nel limbo tra l'età del pisolone e quella degli assorbenti in borsetta.

Come farà Mrs Robinson a raccontare Nonna Robinson quanto Eleanor Roosvelt?!

6 commenti:

  1. Chissà perché ma quando ho letto il nome di questo comunque bel graphic novel ho pensato a tutt'altro protagonista ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi indovinare, sarà mica Freezer di Dragon Ball? ;D

      Elimina
  2. E' splendido.
    Ciao Valentina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, assolutamente.
      Che piacere risentirti!

      Elimina
  3. Confermo ogni parola: bellissima lettura! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver speso parte del tuo tempo per leggere il post!
      Felicissima di non essermi bloccata alla sola apparenza :)

      Elimina